Alessandro Marcelli

Autore della saga fantasy "Project Agony"

Su di me

Chi sono?

Bella domanda... una domanda senza risposte semplici.

Già, parlare di me stesso non è affatto facile, ma proviamoci...

Intanto sono nato ad Albenga (Liguria) nel 1986, e vivo a Finale Ligure. Sono un web designer e uno sviluppatore di software, naturalmente freelance (vi chiederete: perché "naturalmente"? Beh, perché non mi piace avere vincoli lavorativi, eccetto che con il cliente).

Ho cominciato a scrivere nel 2009, quando ho scoperto di avere un linfoma di Hodgkin, dal quale sono fortunatamente guarito nel 2010. Ma le storie nella mia testa sono nate molto prima, quando avevo 7 anni.

A quell'età, infatti, ho cominciato a soffrire dei sintomi del disturbo bipolare (sì lo so, fra tumori e problemi mentali la mia vita non è stata proprio fortunata, ma vabbé, non si può avere tutto...), percependo una "seconda personailtà (?)" / allucinazione uditiva che quasi immediatamente soprannominai "Agony".

Io e Agony abbiamo convissuto fino ai miei 21 anni, quando ho finalmente capito che avere una voce nella testa era un disturbo mentale e non la normalità.

Con l'aiuto del mio psichiatra (non credo in Dio, ma se esiste qualcuno o qualcosa più grande di noi, spero che lo benedica), sono sotto controllo e non ho più allucinazioni.

Ma Agony, pur essendo stato una presenza distruttiva nella mia vita, mi ha ispirato un intero universo di storie, avevo infatti bisogno di queste storie per giustificare la sua presenza quando ero un bambino.

E quindi ecco che è nato il "Project Agony" (adesso suonerà familiare?).

Interessi

Sono un grande appasionato di animazione giapponese (anime) e manga.

Mi diletto in cucina con discreti risultati.

I miei preferiti

Come letteratura, il mio autore preferito di romanzi è sicuramente James Rollins, un vero maestro, secondo me, nella narrativa d'azione.

Manga e Anime preferiti? Sicuramente Saint Seiya (I Cavalieri dello Zodiaco) di Masami Kurumada.

Piatto preferito: pasta alla Norma.